Alimentazione

Qualità in quantità! Se una persona si allena quotidianamente spesso si hanno maggiori benefici mangiando un po di più piuttosto che un po di meno. Fino a qualche tempo fa ero abbastanza attento al mio peso forma. Fino a quando notai, avvalendomi del mio diario del peso giornaliero, che nonostante in alcuni periodi mangiassi molte più calorie del solito il mio peso restava identico o addirittura calava. Oltre a questo mi accorsi che osservando uno schema rigido di alimentazione sempre uguale spesso mi ritrovavo in gara, o negli allenamenti più impegnativi, in debito di forze. Spesso poi mi è capitato di dover osservare alcuni periodi di “scarico”, ovvero, periodi in cui mangiavo tutto quello che volevo, questo perchè essendo sempre a dieta il metabolismo tende ad appiattirsi. Così da qualche tempo, nonostante sia sempre seguito dal Dott. Clinio Zironi, ho eliminato la dieta a “quantità” sostituendola con una dieta a “qualità”. Questo significa che seleziono gli alimenti ma non seleziono la quantità.

 

La mattina è il mio secondo pasto più importante (il primo è il post allenamento). Alla mattina non mangio mai dolce, cerco di mangiare cibi nutrienti ricchi di proteine e grassi buoni. Così la mia colazione preferita è composta da una frittata di uova con sopra pancetta fresca ed un filo di olio d’oliva, seguita da una porzione di frutta secca e un succo di frutta. Sempre alla mattina assumo sempre un integratore di Omega3, banale olio di pesce.

 

Il pranzo post allenamento è quello principale. Primo perchè mi garantisce un pieno recupero delle calorie spese in allenamento, secondo perchè mi permette di fare “scorta” ed evitare di arrivare a sera affamato. Il pranzo post allenamento si divide in parte liquida (prima della doccia) e solida (dopo la doccia). Appena rientro mi faccio un frullato con latte basmati, proteine del siero del latte, vitargo e un frutto. Poi finito di farmi la doccia e rivestito mangio il “cibo vero”. Il mio piatto preferito è il riso basmati con le patate lesse o al forno. Ma anche una pasta all’olio con parmigiano reggiano a scaglie è perfetta. Come dolce formaggio con il miele oppure una fetta di pane con la marmellata oppure torte varie che mi prepara l’Erica. La mia preferita la crostata con marmellata di ribes.

 

La sera invece è il pasto più delicato. Tendo sempre a mangiare “poco” la sera perchè è il momento dove un introito calorico superiore al necessario non crea benefici, anzi, mi appesantisce e dormo peggio. La sera quindi cerco di evitare il pane e i carboidrati in generale. Mangio cane rossa e bianca. La mia preferita la bistecca di scamone. Ma anche il tacchino è ottimo. In generale cerco di variare e alternare carne a verdure. Quindi se un giorno mangio carne il giorno successivo mangio il minestrone di verdure che, con abbondanti croste di parmigiano reggiano, è veramente eccezionale! Pesce non ne mangio tantissimo. Il tonno lo evito perchè non mi piace. Il mio preferito è il carpaccio di salmone crudo. Ma anche il nasello e lo sgombro non mi dispiacciono. Il giovedì invece è “porto franco”, il giovedì vado da mia nonna a mangiare il piatto che in assoluto è il mio preferito: LA PIZZA FATTA IN CASA!

Annunci