GF Matildica (42 ass, 7 cat)

Pubblicato: 28 maggio 2012 in Gare Strada 2012
Tag:, , , , , , , , , , ,

       

Innanzitutto prima di iniziare a parlare della gara mi sembra doveroso ricordare o informare chi non lo sapesse che ieri alla Granfondo Matildica c’è stato un grosso incidente nelle fasi iniziali di gara. Non ho visto cosa è successo e ho sentito diverse voci al riguardo, quindi, per evitare di scrivere cose “per sentito dire” mi limito a riportare che il gruppo in una semicurva nei pressi di Albinea si è scontrato con una vettura. Ci sono stati diversi coinvolti, circa una trentina, di cui un ragazzo di Sportissimo in gravi condizioni tuttora ricoverato in rianimazione con prognosi riservata. Una ragazza con diverse fratture e tanti altri sempre feriti. Avrei piacere che chiunque abbia notizie più precise circa come sono avvenuti i fatti, le persone coinvolte, informazioni utili circa l’incidente, sfoghi di incazzature varie, proposte e/o consigli, risponda a questo post. E’ sufficiente scorrere in basso il post e lasciare una risposta inserendo un nome ed eventualmente una mail. Il vostro messaggio sarà così reso pubblico e potremo dar vita ad una discussione utile.

Della mia gara invece posso esserne soddisfatto. Mi ero prefisso l’obbiettivo di provare una fuga per anticipare la salita di Baiso e così è stato. A Scandiano prima della rotonda sono scattato e ho poi proseguito con Enrico, Gradellini ed una ragazzo della Avesani. Il mio contributo alla fuga è stato medio/basso forse ho dato 4 cambi, ma Enrico tirava come un camion e il percorso ondulato non aiutava a recuperare a ruota. Abbiamo avuto il gruppo sempre a tiro fino allo strappo della Minghetta dove lo abbiamo fatto veramente a tutta. Li abbiamo preso un bel vantaggio che mi ha poi permesso di iniziare la salita di Baiso con margine e farmi prendere a circa metà. Una volta raggiunto mi sono messo a ruota. Ho faticato nella discesa di Roteglia ma arrivati in fondo ci siamo riuniti. Gruppo di circa 50/60 unità. Siamo proseguiti regolari fino dopo Lugo poi qualche scatto e tentativo sempre riassorbito. Al rifornimento prima di Cerredolo un ragazzo dell’Avesani è partito forte e l’ho seguito. Ci siamo ritrovati in 3 nuovamente in fuga e al bivo abbiamo girato in due per il medio. Lui non tirva e non mi sembrava il caso di spremermi ulteriormente. Al culmine dello strappo di Ponte Secchia ci hanno ripreso ed eravamo circa una 40tina. Da li siamo andati regolari fino alla Gatta poi seconda salita. L’ho presa forse con troppa riserva, anche perchè pensavo che in cima ci fosse da proseguire sullo strappo di Felina, invece si andava giù per la nuova strada. Così ho scollinato con 100 metri dai primi e sul viadotto c’era un vento contro della madonna. Quelli dietro di me si sono rialzati quasi tutti così ho inseguito per alcuni kilometri poi non riuscendo a rientrare da solo ho preferito attendere dietro per provare una rimonta, tanto i primi erano vicini, invece nulla dietro c’era un buco enorme alla fine il primo ad arivare è stato Silvio e con lui ho poi proseguito fino all’arrivo. Chiaramente da soli non siamo rientrati e il vento non ci ha aiutato. Così come le discese, condizioni veramente disastrose. Peggio dello scorso anno. All’arrivo ho tagliato il traguardo in 42esima posizione assoluta, 7 di categoria. Ho buttato un po al vento, in tutti i sensi, una posizione nettamente migliore, ma le gare sono così e io per il momento per restare con il primo gruppetto devo fare tutto al 110% perchè la mia condizione non mi permette nessun errore. Se faccio un errore mi stacco. Purtroppo resto li con nessun margine sempre a tutta. Però dai sono contento, alla gara di Piacenza il gruppo che tengo ora mi aveva staccato dopo 2 kilometri. Adesso ho un mese di tempo per arrivare alla GF delle Valli Parmensi. Un mese in cui riposare un po e riprepararmi per avanzare ancora di uno step che mi darà la possibilità di gestire la gara con un po più di margine d’errore. Comunque sono contento, per la prima volta in assoluto mi sono ritrovato in fuga ad una Granfondo. Per pochi kilometri, ma giusto quelli che mi hanno permesso di essere poi con i primissimi in fondo alla discesa dopo la prima salita. E’ sempre una soddisfazione riuscire a fare quello che si era programmato! Andiamo avanti!

commenti
  1. Valerio Ugolotti scrive:

    Ero dietro la ragazza che per prima ha centrato la vettura dell’extracomunitario, innescando la caduta del gruppo. Mi sono già dilungato abbastanza, vorrei scagliarmi contro gli organizzatori ma sono solo e loro hanno sicuramente le conoscenze e il modo per non passare dalla parte del torto. Chi volesse conoscere la dinamica e il mio punto di vista puó farlo su facebook sulla bacheca di Bar Snoopy. Saluti, Valerio.

  2. pit scrive:

    bravo ghila ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...