Granfondo Montalbano (46 ass, 13 cat)

Pubblicato: 19 febbraio 2012 in Gare Strada 2012
Tag:, , , , , , , , ,

Esordio stagionale quello di oggi sia per me che per i miei compagni Montanari, Suardi, Bardelli e Laura Ruggeri. Finalmente inizia questa angosciata stagione su strada dopo i rinvi di inizio stagione causa neve. Prima di passare al resoconto della gara faccio una precisazione: per tutto l’inverno ho sentito un sacco di gente sputare sopra al servizio di cronometraggio SDAM a causa del cambio chip. Da parte mia invece ho sempre detto che davo volentieri 15 euro ad un azienda che garantisce un servizio quasi perfetto ad ogni gara, con personale qualificato e soprattutto cordiale. Winningtime invece da sempre offre un servizio PENOSO, le classifiche sono spesso sbagliate e il loro personale oltre ad essere poco qualificato è piuttosto scortese ed arrogante. Stamattina quando ho ritirato il mio pettorale ho notato la dicitura “CHIP DA ABILITARE”… Vado al punto WT e mi chiedono 5 euro per abilitarlo! Oltre al fatto che hanno sistemato i tappetini da perfetti principianti (quello tra il Pinone ed il San Baronto ad esempio) dove molti hanno rischiato grosso per passarci sopra, ora il sito è off-line per manutenzione… Come ho sempre detto questi si che vorrebbero eliminati dalle gare, altro che fare menate contro Sdam che è sempre precisa ed in ordine!

Passiamo alla gara. Meteo non dei migliori. Preso acqua quasi tutta la gara ed in alcuni tratti anche parecchia. Mi presentavo al via dopo circa 20 giorni di stop forzato su strada e con allenamenti solo sui rulli. Ieri vista la giornata ho messo dentro 3 orette con due salite che di sicuro non mi hanno fatto benissimo alle gambe, quindi, zero aspettative. Deciso da subito di fare il medio, cosa che direi sarà abbastanza frequente quest’anno. Pronti via mi sono scaldato bene. Pianura iniziale passata in fretta poi subito prima salita. Ho tenuto botta con il gruppetto dei primi fino a dopo la spianata poi quando ha ripreso per i 2 km finali ho perso quei 100 metri che mi sono stati fatali. Da dietro è rientrato un gruppo con la Gentili e poi anche il mio compagno Massimo Suardi. Davanti invece Davide Montanari e Remo Bardelli andavano come delle moto con obbiettivo percorso lungo. Nella pianura successiva la discesa ritmo blando e nonostante avessimo meno di un minuto dai primi non siamo rientrati, anzi, abbiamo perso terreno. Arrivati a Vinci è iniziato il San Baronto. Pensavo di rimanerci secco invece inaspettatamente sono riuscito a tenere un buon passo e scollinare con il gruppo della Gentili. Poi discesa dove ho fatto un errore di presunzione per cercare di anticipare tutti ed invece sono andato nel fosso rischiando anche grosso, comunque andato tutto liscio. Finita la discesa ho continuato da solo e sono arrivato con acora nelle gambe le energie per tenere il ritmo alto e simulare un finale di gara. Sono molto soddisfatto della mia prestazione e adesso ho la consapevolezza che allenandomi bene per la prossima gara dovrei riuscire a fare un altro passo in avanti. Le carenze ora riguardano la resistenza alla potenza, il fondo e l’agilità. Argomento che invece rimane un tasto dolente è la discesa, resto sempre e comunque una mezza sega, oggi dopo il Pinone sarei dovuto riuscire a rientrare ed invece nulla…

Resoconto della gara:

commenti
  1. Marco scrive:

    Buon esordio,dopo la lunga pausa.In discesa purtroppo c’è poco da fare,tutto il resto si può allenare,ma la discesa…o ce l’hai nel sangue oppure devi solo cercare di perdere il meno possibile.
    Ciaoo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...