Gara Marcaria (7 master 19/40)

Pubblicato: 4 dicembre 2011 in Ciclocross, Gare Ciclocross 2011
Tag:, , , , , ,

Ed eccomi di ritorno dalla gara FCI di Marcaria. Divertimento puro. Fango a smalta a manetta! Porto a casa un buon 7 posto assoluto nella mia super batteria 19/40 anni. Potevo fare di piu, ma oggi la gamba non era buona in piu quelli che mi hanno preceduto tecnicamente erano molto piu bravi di me. Percorso bellissimo; prima parte fatta di 6 fossi di cui solo 1 si faceva in bici ( Aurelio Fontana e Fruet a parte) poi serie di curve strette poi 2 fossati di cui 1 a piedi poi parte tecnica di curve veloci e una rampa in curva che si faceva dare del voi. Devo ringraziare Davide Montanari che mi ha fatto da assistente prestandomi la sua bici cosi da poterla cambiare se no non finivo la gara, troppe foglie nel cambio. Nel complesso la prestazione è stata scarsa, Corradini era alla mia portata, ma nel cross oltre alla gamba conta l’abilità e io li pecco molto. Altra scelta disastrosa i Tufo…con il bagno sono un disastro, i Dugast di Davide erano un altro pianeta. Comunque è stata una bellissima esperienza e anche oggi ho imparato qualcosa che mi sarà utile nelle prossime gare, nel complesso sono soddisfatto e contento!!!

I prossimi appuntamenti sono per giovedì 8 al GP AZIENDA AGRICOLA MONTANARI di Spilamberto poi domenica 11 a Serramazzoni per i regionali FCI. Andiamooooooo!!!!

commenti
  1. Paolo scrive:

    Guarda che i fossetti li saltavano tutti i primi Junior, molti allievi e, nella tua categoria, Balberini e Bonato li hanno fatti sempre in bici. Il “bunny hop” va imparato ed esercitato perché in certe occasioni fa la differenza.
    Concordo pienamente sulla considerazione sui tubolari. Ieri i Tufo, di qualunque modello, non andavano bene. Ci volevano proprio i Dugsat “Rhyno”!!!!

    Ciao

    Paolo

    • ghila scrive:

      I Junior non so come non so di Bonato, ma Balberini sicuro li faceva a piedi, anche perchè ieri ero in negozio da lui e discutevamo appunto di questo. Per quello che riguarda i Junior poi, quello con il tricolore che ha vinto, oltre a fare i fossetti a piedi faceva anche il secondo fosso a piedi quello prima del fettucciato finale, quando in molti invece, io compreso, lo facevamo in bici. A piedi o in bici non faceva molta differenza in termini di cronometro, certo è che fisicamente a stare in bici si risparmiano energie.

      Per quello che riguarda il bunny effettivamente sarebbe utile imparare a farlo, però non ho idea da dove si debba partire…

  2. Paolo scrive:

    Credo proprio di essermi sbagliato: quello con la maglia Scott che saltava i fossetti era Daniele Mensi, non Balberini. Con la nebbiolina e l’attenzione posta ad altre fasi della gara lo scambio è più che probabile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...